Giornata mondiale contro la violenza sulle donne.

violenza alle donneIl 25 novembre è la giornata mondiale Onu contro la violenza sulle donne. 

La piaga del femminicidio: 81 donne uccise nel primi sei mesi del 2013.

Nei primi 6 mesi del 2013 sono state uccise 81 donne, di cui il 75% nel contesto familiare o affettivo.

Tra il 2000 e il 2012 si contano complessivamente in Italia 2220 vittime di omicidi, pari a una media di 171 l’anno,  una ogni 2 giorni.  

A Cesena, 4 donnne uccise  in 18 mesi.  Nel giro di 18 mesi, dall’ottobre 2010, il territorio cesenate è stato fiondato in un vortice di violenza senza precedenti: 4 le donne uccise, tutte per lo stesso motivo. 

La prima è stata Eleonora Liberatore, accoltellata in un bar di Cesenatico dall’ex fidanzato albanese; poi è toccata a Stefania Garattoni (marzo 2011) la diciannovenne di Cesena finita sotto la sua scuola dall’ex fidanzato di 26 anni, dopo anni di stalking. Gaetana Dama (ottobre 2011) è stata strangolata dal convivente, folle di gelosia, che dopo si è impiccato in un casolare nel Rubicone. E infine Sabrina Blotti (maggio 2012) madre di due figli, uccisa in via Mameli con due colpi di pistola dall’uomo che aveva rifiutato e denunciato per stalking.

About Meris Casalboni
Amo definirmi imprenditrice di me stessa! Ecco perché amo le donne, per l’impegno, la costanza, la perseveranza che mettono in tutto ciò che fanno. Sposata, con una figlia, amo la casa, leggere, giocare a “burraco” e soprattutto amo stare con gli amici. Dico sempre che l’età è solo un fattore anagrafico: dopo i 40 anni, tutti gli altri sono di esperienza! Conciliare il lavoro, la famiglia, la casa, gli interessi e una figlia di 18 anni, richiede un impegno costante, una buona organizzazione mentale e, perché no, un buon carattere. Professionalmente nasco all’interno delle Associazioni di categoria, seguendo per anni le attività legate al mondo dell’artigianato e del commercio, diventando punto di riferimento per le imprese artigianali, commerciali, di servizio alla persona e alla casa, giovani imprenditori e donne imprenditrici.