Violenza domestica – parliamone!

 La violenza domestica è la seconda causa di morte dopo l’emorragia. E’ quanto emerge dai dati dell’Oms presentati recentemente.

violenza alle donne

Nel  mondo una donna su quattro è stata vittima di violenza in gravidanza.

 Il 30% dei maltrattamenti  ha inizio proprio durante il periodo della gestazione.

Le conseguenze vanno dal distacco della placenta a disturbi alimentari, da infezioni a problemi psichici, come disturbi d’ansia  e del sonno, dall’abuso di alcool e farmaci a tentazioni suicidarie.

Nella maggior parte dei casi (69%) la violenza prosegue anche dopo la maternità.     

A dubirne le conseguenze non è solo la madre, ma anche il bambino dalla fase fetale all’età adulta.

Studi recenti hanno dimostrato che l’esposizione alla violenza domestica modifica alcune aree cerebrali dei bambini, con il rischio di sviluppare distrurbi d’ansia.

Dai dati emerge anche  che la metà dei mariti violenti lo è anche con i figli: il 60% delle mamme di bambini ricoverari per maltrattamento aveva subito violenza dal partner.

Se si cresce in un clima  di violenza si ha il 50% di probabilità in più di abusare di alcool e droga, un rischio sei volte maggiore di suicidio, o comportamenti delinquenziali.

Inoltre, figli di uomini violenti hanno una probabilità sei volte maggiore rispetto agli altri di diventare violenti.  

About Meris Casalboni
Amo definirmi imprenditrice di me stessa! Ecco perché amo le donne, per l’impegno, la costanza, la perseveranza che mettono in tutto ciò che fanno. Sposata, con una figlia, amo la casa, leggere, giocare a “burraco” e soprattutto amo stare con gli amici. Dico sempre che l’età è solo un fattore anagrafico: dopo i 40 anni, tutti gli altri sono di esperienza! Conciliare il lavoro, la famiglia, la casa, gli interessi e una figlia di 18 anni, richiede un impegno costante, una buona organizzazione mentale e, perché no, un buon carattere. Professionalmente nasco all’interno delle Associazioni di categoria, seguendo per anni le attività legate al mondo dell’artigianato e del commercio, diventando punto di riferimento per le imprese artigianali, commerciali, di servizio alla persona e alla casa, giovani imprenditori e donne imprenditrici.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.