Monthly Archives: maggio 2013

Rete imprese Italia: il decreto sui pagamenti alla Pubblica Amministrazione va modificato.

 RETE IMPRESE ITALIA SU DL PAGAMENTI P.A.:
PROVVEDIMENTO VA MODIFICATO, IMPRESE NON VIVONO DI ILLUSIONI E PROMESSE 

Oltre al danno dei mancati pagamenti continua la beffa per le imprese che credevano e speravano in una soluzione certa del problema della soddisfazione dei loro crediti nei confronti della P.A. Il testo del decreto licenziato oggi dalla Camera dei deputati, infatti, rimane confermato nell’impianto originario, reso forse ancora più arzigogolato, e mostra, ancora una volta, più attenzione alle esigenze della burocrazia contabile piuttosto che a quelle delle migliaia di imprese creditrici del terziario di mercato, dell’artigianato e dell’impresa diffusa che sono ormai sull’orlo del collasso.

Rete Imprese Italia, sin dall’inizio ha denunciato l’inadeguatezza del provvedimento per le farraginose interrelazioni tra le diverse amministrazioni e l’assenza di un qualsiasi meccanismo operativo che consentisse alle imprese di ottenere in via diretta il pagamento di quanto dovuto e ha ripetutamente sollecitato tutti gli interlocutori – tecnici, politici e istituzionali – a snellire le procedure e rafforzare il meccanismo di compensazione a garanzia della reale e tempestiva soddisfazione del credito.

Purtroppo, nel testo approvato oggi, non vi è traccia di quel principio di compensazione che Rete Imprese Italia ha sempre ritenuto come una imprescindibile clausola di salvaguardia per far ottenere alle imprese quanto dovuto indipendentemente dal pieno ed omogeneo adempimento da parte delle pubbliche amministrazioni ai meccanismi previsti dal decreto.

Rete Imprese Italia auspica, pertanto, una rapida inversione di marcia nell’iter parlamentare di conversione del decreto perché alle imprese, che non vivono di illusioni e di promesse, occorre dare risposte certe e immediate. La loro capacità di resistenza è, infatti, allo stremo: non hanno più disponibilità finanziarie e le banche stanno pressando per il rientro dalle anticipazioni delle fatture scadute.

 

Cesena: una città per lo sport!

sportivi 1Che Cesena fosse una città piena di risorse, e di gente meravigliosa lo sapevamo, ma non sapevano che la gente di Cesena fosse così salutista e sportiva ma questo non ci ha  sorpreso!

Apprendere che si stima che 24 mila persone della nostra città praticano attività sportiva in modo continuativo, ci fa affermare che i cesenati si vogliono bene e ci tengono alla forma fisica..

Questi i numeri: il 40% ha meno di 40 anni, il 40% ha tra i 40 e i 49 anni, cala al 20,6 per cento la popolazione sportiva che va tra i 50 e 59 anni, mentre resiste in 7,8% tra gli ultra cinquantanovenni.

Secondo voi qual’è lo sport più praticato a Cesena: la bicicletta, il calcio, la podistica o atro? 

 A cura dell’osservatorio di Confcommercio Cesena

Aforismi & Citazioni.

aforismi e citazioniLa libertà è partecipazione.

Giorgio Gaber

Export in Emilia – Romagna: agroalimentare, meccanica, moda e casa si confermano distretti leader.

export

I distretti dell’agroalimentare, meccanica, moda e casa si confermano con la più alta propensione  l’export in Emilia – Romagna. 

Le vendite all’estero, sono cresciute del 5,3% , con una dinamica migliore rispetto ai distretti italiani (+ 2,1%).

A trainare il sistema emiliano – romagnolo  sono stati i distretti dell’agroalimentare (+ 7,7%), ma fanno registrare performaces  positive anche la meccanica (+ 6,7%), il sistema moda ( + 3,4%) e il sistema casa (+ 2,4%).

Da segnalare il caso dei ciclomotori Ducati,  che ha visto una crescita del 21,1%,  le piastrelle di Sassuolo ( + 2,8%), le macchine per l’imballaggio  di Bologna (+ 9,8%).

Nella meccanica in crescita le macchine utensili di Piacenza (+ 12,5), la Food Machinery di Parma ( + 8,1%), le macchine per il legno di Rimini (+ 0,2%), mentre frenano le macchine agricole di Modena e Reggio Emilia.

Ad esclusione dei salumi di Reggio Emilia (- 3,9%) tutti in positivo gli atri distretti dell’alimentare: alimentare Parma (+ 11,1%), ortofrutta romagnola  (+ 9,3%), salumi Modenesi (+ 8,8%), salumi di Parma (+ 6,7%), lattiero – caseario Parma  (+ 5,8%).

Nella moda in crescita il distretto dell’abbigliamento di Rimini (+ 8%) e le calzature di San Mauro Pascoli (+ 12,7%), mentre perdono terreno maglieria e abbigliamento di Carpi (-2,1%) e le calzature di Fusignano di Bagnacavallo (- 21,9%).

Bene le performance  in Russia, Brasile, Indonesia e Arabia Saudita. Rallentamento per i mercati della Cina.

A cura dell’osservatorio di Confcommercio Cesena

Domani 25 maggio la ceremonia di consegna degli attestati alle partecipanti al progetto Girls’ Day

Girl's Day fc

Come anticipato nella predente comunicazione Vi invitiamo a  partecipare alle cerimonie conclusive di consegna degli attestati di partecipazione al Girls’ Day alle alunne che avranno luogo sabato 25 maggio p.v. alle ore 10.00.

Si precisa che le cerimonie saranno due, una per le scuole del comprensorio forlivese e l’altra per quelle del comprensorio cesenate, e si svolgeranno in contemporanea rispettivamente a:

  • Forlì:   c/o Camera di Commercio di Forlì-Cesena  (C.so della Repubblica, 5 – Sala del Consiglio 2° piano).                                                                                                                                      La cerimonia sarà aperta dal saluto del Segretario Generale della Camera di Commercio, Dott. Antonio Nannini, e dall’intervento della Presidente del Comitato Imprenditoria Femminile di Forlì-Cesena, Sig.ra Alida Fabbri. 
  • San Mauro Pascoli: c/o Casa dei Sammauresi (Via del Centro, 2).                                                  La cerimonia sarà aperta dai saluti del Sindaco di San Mauro Pascoli, Dott. Gianfranco Miro Gori, e della  Vicepresidente della Camera di Commercio, Sig.ra Annalisa Raduano e dall’intervento della componente del Comitato Imprenditoria Femminile di Forlì-Cesena, Sig.ra Nicoletta Censi. 

A seguire alcune studentesse, affiancate dai docenti referenti, e alcune imprese ospitanti racconteranno la loro esperienza relativa alla giornata di orientamento.
A chiusura delle cerimonie vi sarà la consegna degli attestati alle alunne.

Si chiede la cortesia di confermare la partecipazione entro domani specificando anche la sede presso cui si intende essere presenti.

Per informazioni contattare la Segreteria del Comitato per l’Imprenditoria Femminile di Forlì-Cesena (Claudia Ebano – tel. 0543/713489)